LA PROPOSTA PORTATA IN CONSIGLIO DEI MINISTRI PER L’UTILIZZO DEL FINANZIAMENTO EUROPEO DENOMINATO “NEXT GENERATION”

Come da convocazione ieri 7 dicembre si è riunito il Consiglio dei Ministri per esaminare il Piano nazionale di ripresa e resilienza per l’utilizzo dei fondi europei del “Next generation”

Com’è noto la seduta è stata rinviata ad oggi 8 dicembre.

Per quanto riguarda la salute, come qualcuno ricorderà il Ministero della salute aveva avanzato una richiesta di 68 miliardi articolati in 20 progetti (dal potenziamento dell’assistenza territoriale, a un nuovo modello di RSA, all’evoluzione del Fascicolo sanitario Elettronico, al rafforzamento della tutela della salute nella scuola, al contrasto alla migrazione sanitaria, al potenziamento dei sistemi di prevenzione della salute in rapporto all’ambiente, al riordino degli IRCCS, alla sicurezza alimentare, ecc.), ma nel documento sottoposto al Consiglio dei Ministri sono stati previsti solo 9,00 miliardi, mentre la fetta maggiore andrà ad altre missioni:
-48,7 MLD a digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura;
– 74,3 mld a Rivoluzione verde e transizione ecologica;
– 27,7 mld a Infrastrutture per una mobilità sostenibile;
– 19,2 mld a Istruzione e ricerca;
– 17,1 mld a Parità di genere, coesione sociale e territoriale;

Continua a leggere “LA PROPOSTA PORTATA IN CONSIGLIO DEI MINISTRI PER L’UTILIZZO DEL FINANZIAMENTO EUROPEO DENOMINATO “NEXT GENERATION””

L’AUDIZIONE DEL MINISTRO DELLA SALUTE ROBERTO SPERANZA PRESSO LA COMMISSIONE IGIENE E SANITA’ DEL SENATO

La Commissione igiene e sanità del Senato presieduta dalla Sen. Parente nelle seduta di ieri 29 settembre ha proceduto all’Audizione del Ministro della salute sull’individuazione delle priorità nell’utilizzo del Recovery Fund.  

Il MINISTRO della salute Roberto Speranza ha proceduto a svolgere una relazione sui temi oggetto della procedura informativa.

Il Ministro ha spiegato che il Piano è basato su tre assi principali:
1) territorio e sanità di prossimità;
2) ospedali in rete;
3) salute e ambiente.
Secondo il Ministro occorre superare l’attuale organizzazione del sistema sanitario di tipo verticale come purtroppo troviamo ancora in molte aziende sanitarie locali per trasformarlo in un sistema circolare con un modello orizzontale che accompagna i cittadini.
Un altro punto importante sottolineato dal Ministro è l’eliminazione delle disuguaglianze tra le regioni in campo sanitario.

Continua a leggere “L’AUDIZIONE DEL MINISTRO DELLA SALUTE ROBERTO SPERANZA PRESSO LA COMMISSIONE IGIENE E SANITA’ DEL SENATO”